Bollywood ha un serio rivale e sta facendo più soldi

Di Chris Kay

Bollywood ora ha un serio rivale in India. È più grande, più rumoroso e incassa più soldi del suo prolifico e sfarzoso cugino in lingua hindi, noto per i suoi passi di danza caratteristici e le scene di matrimonio opulente.

Un nuovo genere di film dell’India meridionale – film d’azione epici, ad alto budget e sopra le righe, alcuni dei quali serviti con un pizzico di mascolinità tossica e violenza cruenta – stanno dominando sempre più il mercato cinematografico. industria dell’intrattenimento e, in alcuni casi, lasciando il segno oltre l’India. Sebbene girati in lingue regionali come telugu e kannada, attirano milioni di spettatori nei cinema che mostrano versioni doppiate e su piattaforme di streaming sottotitolate.

In prima linea nel movimento c’è RRRuna storia di due combattenti per la libertà indiani che hanno combattuto contro i colonialisti britannici negli anni 20. Ha incassato fino a 150 milioni di dollari in tutto il mondo, secondo Numeri sito web, dalla sua uscita a marzo, mentre la rivista Rolling Stone e alcune altre pubblicazioni statunitensi hanno dato al film recensioni entusiastiche. Il KGF. e Pushpa i franchise d’azione hanno incassato circa $ 200 milioni in totale, secondo i media locali, dopo il grande successo di un mitico fantasy in due parti Baahubali nel 2015 e nel 2017, che ha raccolto circa 290 milioni di dollari.

I numeri rappresentano un punto culminante per l’industria cinematografica indiana che ha lottato a lungo per eguagliare le dimensioni della Cina o degli Stati Uniti, nonostante abbia una popolazione di quasi 1,4 miliardi. La società di consulenza Ormax Media stima che l’industria cinematografica in lingua telugu – nota come Tollywood – abbia guadagnato circa 212 milioni di dollari l’anno scorso, eclissando i 197 milioni di dollari realizzati da Bollywood, con sede a lungo nel centro commerciale indiano, Mumbai.

Il successo, indicativo di uno spostamento del potere a sud, arriva in un momento in cui Bollywood sta vacillando da una serie di flop poiché il suo contenuto sempre più occidentalizzato limita il suo fascino a un pubblico prevalentemente urbano.

I registi dell’India meridionale “hanno scoperto contenuti che trascendono il linguaggio”, ha affermato Karan Bedi, amministratore delegato della piattaforma di streaming indiana MX Player. “Se guardi i pochi film che sono diventati balistici, è tutta questa formula di supereroi”.

Et, la série de succès est également une bonne nouvelle pour les géants du streaming tels que Netflix Inc, Amazon.com Inc et Walt Disney Co qui courtisent ces cinéastes pour obtenir du contenu local afin de stimuler les utilisateurs sur le marché vaste mais sensible aux prezzo. L’industria indiana dei media e dell’intrattenimento dovrebbe crescere del 17% quest’anno a $ 24 miliardi, salendo a $ 30 miliardi entro il 2024, secondo un rapporto di marzo di EY e della Federazione delle Camere di Commercio e dell’industria indiana.

Il sud più ricco dell’India ospita un pubblico amante del cinema e migliaia di schermi cinematografici. La regione è anche rinomata per la produzione di centinaia di film ogni anno considerati kitsch anche per gli standard di Bollywood, spesso con eroi ed eroine fuori dal comune. Alcune di queste stelle sono diventate leader politici di successo.

SS Rajamouli, 49 anni, l’anticonformista che ha ridefinito l’intrattenimento indiano con il nuovo genere, girato RRR con un budget di 72 milioni di dollari, qualcosa di inaudito in India. Molte di queste immagini sono grandiose e non prive di istrionismo. Sono inoltre impreziositi da effetti speciali. In una scena di combattimento caratteristica in RRRl’eroe afferra una moto pesante e la usa come mazza per battere i cattivi.

In una recensione di RRRRolling Stone ha scritto: “se mai un film ha meritato di essere visto con una folla e sullo schermo più grande immaginabile, è questo”, ma ha anche avvertito che sarebbe stata probabilmente “una lunga scalata di ‘adrenalina senza contesto’.

In una recente intervista, Rajamouli ha detto che spinge le finanze sui suoi progetti e spesso supera il budget. Prima della riunione, stava guardando una bobina su YouTube dei “5 migliori trailer di giochi di film più belli”, un cenno allo stile roboante che lo ha spinto in cima.

“Ovviamente il film deve essere un successo”, ha detto il regista nel suo ufficio nella città meridionale di Hyderabad, casa di Tollywood. “Altrimenti, tutti saranno nei guai”.

Poco conosciuto al di fuori dell’India, Rajamouli ha girato solo in telugu, la quarta lingua più parlata del paese, durante i suoi due decenni di carriera come regista. Ha anche fatto il Baahubali franchise, per il quale ha trascorso 600 giorni girando su un gigantesco set su misura nel complesso di studi più grande del mondo, il Ramoji Film City, un vasto sito di 2.000 acri e parco a tema ai margini di Hyderabad.

La sua visione è sempre stata “più grande, più grande e migliore”, ha detto Rajamouli, scuotendo le ispirazioni di Hollywood che vanno da Cuore impavido, uomo Ragno e Superuomocosì come l’epopea fantasy Telugu del 1957 Mayabazar.

Lo streaming con i sottotitoli è stato un punto di svolta per alcuni film regionali, ha affermato Anupama Chopra, critico cinematografico e direttore del MAMI Mumbai Film Festival.

“Ha anche consentito alle star, in particolare del cinema telugu, di trovare un pubblico al di fuori della loro regione specifica”, ha affermato. “Ora improvvisamente tutti si sono svegliati.”

Questo successo è stato anche aiutato da una tendenza bidecennale in cui le produzioni hindi a Bollywood sono diventate “estremamente occidentalizzate”, secondo Chopra, concentrandosi maggiormente su un pubblico indiano istruito e urbanizzato a spese del 70% della popolazione. fuori. città.

“Nel frattempo, il cinema telugu non ha mai smesso di raggiungere un pubblico più ampio”, ha detto, definendo i film “estremamente maschilisti”, in cui gli eroi mitici combattono in sequenze al rallentatore e i personaggi femminili “sono un po’ relegati ai margini “.

Chopra è anche tra i critici che invitano i produttori a ridurre il testosterone di una tacca. Molti avvertono che questi successi, con i loro protagonisti iper-maschili, possono alimentare il sessismo casuale e la violenza di genere in India, un paese già considerato pericoloso per le donne.

La lingua telugu PushpaLingua Kannada KGF serie e, in misura minore, RRR – sono carichi di mascolinità tossica e misoginia. La violenza è glorificata. I tentativi rappresentati da personaggi maschili di corteggiare le donne sullo schermo potrebbero spesso essere interpretati come molestie o rapimenti nella maggior parte delle altre culture.

Rajamouli ha respinto le critiche sui contenuti incentrati sul maschile, dicendo che si concentrano sulla narrazione e sulle emozioni e non sul sesso.

Nonostante l’alto volume di film prodotti ogni anno, i film indiani devono ancora ottenere il tipo di appeal globale dei contenuti sudcoreani, con titoli pluripremiati come Parassita o Netflix gioco dei calamari.

In India, “non è ancora successo”, ha detto Rajamouli, aggiungendo che non ha in programma di cambiare lo stile per attrarre un pubblico globale più ampio. “Ma le porte sono aperte. Trovare il tuo tipo di pubblico nel resto del mondo è sicuramente diventato molto più facile” rispetto a circa 10 anni fa, ha detto.

Anche gli incassi al botteghino in India sono inferiori rispetto alla Cina o agli Stati Uniti. La vendita totale dei biglietti ha raggiunto appena 470 milioni di dollari l’anno scorso, tagliata di un terzo a causa della pandemia, rispetto ai 47 miliardi di yuan della Cina (7 miliardi di dollari) e ai 4,5 miliardi di dollari di Hollywood.

Ma è improbabile che i grandi successi nazionali del grande schermo in India ottengano popolarità presso il pubblico d’oltremare, secondo Chopra, che vede molto probabilmente i concorrenti provenienti da produzioni più piccole e trasmesse in streaming digitale.

“Il tradizionale film indiano tradizionale – che è canzone e danza, fantasia, colore, dramma, violenza – penso che sia una vendita difficile come crossover”, ha detto. “È un gusto molto, molto unico. Non so se il pubblico occidentale ci crede davvero, lo considera ancora kitsch.

.

Add Comment