Caruana Strikes: 2022 Superbet Chess Classic Romania, Day 5

Un altro round brutale a Bucarest si è concluso con uno schema simile ai primi tre round: una vittoria e quattro pareggi. Questa volta è stato il GM Fabiano Caruana a battere lo sfortunato vincitore dell’evento dell’anno scorso, il GM Shakhriyar Mamedyarov. Ci sono state molte opportunità di trionfi individuali in alcune delle altre partite, ma alla fine sono finite tutte pacificamente.

Dopo cinque round, il GM Wesley So rimane solo in testa, seguito dai GM Bogdan-Daniel Deac, Maxime Vachier-Lagrave e Levon Aronian, tutti dietro di mezzo punto.

Martedì è un giorno libero dall’azione. Il sesto round inizierà Mercoledì 11 maggio alle 5:00 PT / 14:00 Europa centrale.

Domenica, il direttore generale Ian Nepomniachtchi ha subito una di quelle sconfitte causate da un gioco sciatto o negligente, quando era sulla difensiva nella partita contro So. Come abbiamo visto nella partita del campionato del mondo l’anno scorso, tali sconfitte sembrano influenzare Nepomniachtchi per diversi giorni e francamente mentre la partita andava avanti sembrava che avremmo ottenuto una ripetizione nella sua partita contro Vachier-Lagrave.

Il francese ha invitato White in un siciliano di Najdorf, ma con il suo 5.Bb5+, Nepomniachtchi ha deciso di saltare una discussione teorica con il sommo sacerdote della religione di Najdorf e di trasporre invece su una linea il cosiddetto attacco di Mosca, che di solito viene dopo 3.BB5+.

Nessun Najdorf per Vachier-Lagrave in questo round. Foto: Lennart Ootes/Grande tour degli scacchi.

La linea che è apparsa sul tabellone assomiglia a una linea di Maroczy Bind in Accelerated Dragon, ma dove gli alfieri quadrati chiari sono stati scambiati. Il bianco tende ad avere un po’ più di spazio e una leggera iniziativa, ma con un gioco preciso il nero sembra in grado di pareggiare senza troppi problemi.

Si è scoperto che il francese sapeva esattamente cosa stava facendo e ha pareggiato senza problemi. Ma poi Nepomniachtchi ha fatto quella cosa Nepomniachtchi che ho menzionato sopra: ha giocato veloce, ha giocato in modo impreciso e si è messo nei guai.

Infatti, se Vachier-Lagrave avesse trovato la scala migliore alla 27a mossa, sarebbe ragionevole pensare che avrebbe potuto vincere la partita, e questo da una posizione più o meno uguale poche mosse prima. Non dovrebbe arrivare a questo livello quando hai circa un’ora rimasta sull’orologio.

Il gioco difensivo sciatto ha messo nei guai Nepomniachtchi per il secondo giorno consecutivo. Foto: Lennart Ootes/Grande tour degli scacchi.

Tuttavia, quando Vachier-Lagrave non è riuscito a trovare la scala migliore, il giocatore russo si è sganciato ed è riuscito a nuotare verso la salvezza del porto del sorteggio.

Qual è la quattordicesima mossa più giocata del Bianco dopo 1.e4 e5? Se ne hai mai sentito parlare da strilloni che trasportano pannelli sandwich su Twitter e posti simili, prova a vedere se riesci a indovinarlo da solo…

Il motivo per porre questa domanda è, ovviamente, dovrei certamente aggiungere, che il GM Richard Rapport era saltato ancora una volta a capofitto dall’alto tuffandosi nella vasca di aperture particolari che evidentemente gli piace esplorare quando non è fuori e ha battuto i migliori scacchi giocatori nel mondo.

Rapport serve una scheda caratteristica con 2.Ne2 sulla scheda. Foto: Lennart Ootes/Grande tour degli scacchi.

Detto questo, se hai voglia di giocare a 2.Ne2!?, allora perché non contro il GM Leinier Dominguez. Il gran maestro americano è sempre eccezionalmente preparato nelle linee principali e anche in quelle periferiche delle linee principali. Ma una volta che inizi a ballare in discoteca fuori da quella pista da ballo latinoamericana che Dominguez padroneggia, può essere incline a seri problemi di pensiero e di tempo.

La mossa, di per sé, che porta il nome del polacco Semyon Alapin, non è ovviamente del tutto ridicola ed è stata, infatti, giocata da pochi giocatori forti, principalmente tra loro, i GM Jorden van Foreest, Vasyl Ivanchuk e Vadim Moiseenko .

Dominguez ha giocato molto su Petroff ultimamente e questo potrebbe spiegare la sua scelta di risposta, che sembra una linea nel Petroff (3.d4 exd4 4.e5 Ne4), dove il Bianco ha messo il suo cavallo in e2 invece che in f3 .

La freddezza di Dominguez pareggia facilmente contro la sorpresa di apertura di Rapport. Foto: Lennart Ootes/Grande tour degli scacchi.

Se l’apertura è stata interessante, il resto del gioco è diventato rapidamente relativamente noioso, anche se i giocatori hanno provato per un po’ a fare fieno nella tundra. I giocatori hanno concordato un pareggio dopo 51 mosse dopo che la posizione era stata all’incirca pari per circa 40 mosse.

Il leader del torneo So ha avuto i pezzi neri contro il collega americano Aronian, che era solo mezzo punto in meno all’inizio del round. Con una vittoria per Aronian, avrebbe sostituito So in cima alla classifica.

Il suo strumento per raggiungere questo obiettivo era l’apertura inglese, contro la quale So scelse una linea nell’inglese simmetrico in cui avrebbe accettato un pedone solitario in cambio della coppia alfiere. Quale lato è meglio? Il bianco ha certamente una certa pressione, ma con un gioco ragionevolmente accurato il nero dovrebbe essere in grado di neutralizzarlo. Tuttavia, il bianco deve giocare in modo piuttosto sconsiderato per mettersi nei guai. Quindi, quindi, tendo a preferire il bianco per un pelo.

La scelta di apertura di Aronian non ha dato alcun vantaggio. Foto: Lennart Ootes/Grande tour degli scacchi.

Nella partita di oggi, Aronian ha cercato di esercitare pressione ma Black non sembrava mai essere nei guai e nemmeno che avesse bisogno di preoccuparsi di finire nei guai. Quindi, quando i giocatori hanno concordato un pareggio alla mossa 39, ciascuno con solo re e alfiere rimasti, sembrava una conseguenza naturale degli eventi odierni sulla scacchiera.

Caruana finora non ha avuto il tipo di torneo che sperava, soprattutto dopo la sua sconfitta al quarto round, dove aveva una posizione promettente ma ha calcolato male e l’ha scaricata. È ancora meglio del vincitore di questo evento l’anno scorso, Mamedyarov, per il quale nulla ha funzionato in questo evento.

La necessità di vincere e di avere i pezzi bianchi ha rimandato Caruana tra le braccia della sua prima mossa preferita 1.e4. Allo stesso modo, Mamedyarov ha optato per 1…e5, ma invece di esplorare la variante aperta del Ruy Lopez, sono entrati in una linea relativamente rara del Petroff.

Mamedyarov sembrava sulla buona strada per il pareggio quando improvvisamente ha deciso di giocare 21…Na6?, mandando il cavallo nella direzione sbagliata dove serviva. Questo ha immediatamente permesso a Caruana una forte iniziativa sul lato del re.

Niente sta andando bene per Mamedyarov in questo torneo. Foto: Lennart Ootes/Grande tour degli scacchi.

Sebbene i motori del computer non fossero d’accordo con tutte le decisioni di Caruana nel sequel, era sempre il Bianco a essere migliore e il Nero a lottare per trovare sicurezza per il suo re che era stato spinto dal lato di re all’ala sinistra della regina. Mamedyarov ha commesso l’errore decisivo alla 49a mossa che ha permesso a Caruana di ottenere la sua prima vittoria del torneo e di tornare al 50%.

Un’altra persona che aveva bisogno di una vittoria era il GM Alireza Firouzja che oggi ha affrontato il numero uno rumeno e la sorpresa del torneo Deac, che ha pareggiato per il secondo posto nel quinto round.

Contro l’1.d4 di Deac, Firouzja ha deciso di provare il combattivo King’s Indian Defence, sperando che la complessità di questa apertura gli avrebbe fornito il tipo di terreno fertile di cui aveva bisogno per aumentare le possibilità di cui aveva bisogno per vincere la sua prima partita evento.

Firouzja aveva bisogno di una vittoria con il Nero contro Deac. Foto: Lennart Ootes/Grande tour degli scacchi.

Tuttavia, è stato Deac ad iniziare bene giocando 5.Be2 seguito da 6.h4, una linea complicata che i motori dei computer approvano con entusiasmo, e ovviamente il gioco aveva appena raggiunto la mossa 10 prima che i motori pubblicizzassero con orgoglio che il Bianco era molto meglio. Tuttavia, Firouzja è pieno di risorse e non getta la spugna bianca al primo segnale di difficoltà, anzi inizia a complicare la posizione.

Dopo alcune decisioni non ottimali di Deac poco dopo la mossa 20, è stato improvvisamente Deac a dover lottare per rimanere in vita. Ha sacrificato un pezzo per rimanere in gioco, e anche se ha ottenuto in cambio solo un pedone e un po’ di gioco sulle caselle oscure, è stato miracolosamente in grado di continuare.

Battaglia intensa, ma nessun vincitore tra Deac e Firouzja. Foto: Lennart Ootes/Grande tour degli scacchi.

Pur avendo un vantaggio decisivo, Firouzja non riesce a trovare il modo di allontanare Deac e, dopo il controllo del tempo, è ancora una volta il rumeno ad essere nella posizione migliore. Ma alla fine, tutti i pezzi sono usciti dal tabellone ei giocatori hanno trovato il modo di ripetere le mosse.

Chess.com Il gioco del giorno Dejan Bojkov

Classifica del 5° turno

Classifica superba del round 5 di scacchi classici

Tutti i giochi 5 round


Copertina precedente:

Add Comment