IPL 2022 – Kumar Sangakkara su Jos Buttler

Poco più della metà dell’IPL, Jos Buttler è di gran lunga il battitore più prolifico della competizione, avendo completato 588 punti con un tasso di strike di 151. Il direttore del cricket Kumar Sangakkara dei Rajasthan Royals parla della stagione in cui il suo battitore stellare la squadra sta avendo.

Jos Buttler non è estraneo al successo dell’IPL, ma in questa stagione è stato di gran lunga il miglior battitore finora. Perché pensi che lo sia?
Gli è stato assegnato un ruolo molto chiaro come apertura, senza dover pensare a battere il numero 4 o 3, o il suo ruolo messo in discussione in termini di come la squadra potrebbe beneficiare di un cambio di posizione.

Il franchise lo ha anche riconosciuto come il miglior apripista di T20 al mondo negli ultimi anni. Abbiamo svolto i nostri dati e le nostre analisi per sette mesi. Avevamo un team di analisi separato che esaminava la valutazione dei giocatori in modo abbastanza diverso ed entrava nei dettagli più dettagliati, e questo ci ha aiutato in termini di fidelizzazione e in termini di strategia di offerta, e ha dato ai giocatori chiarezza sui loro ruoli, e questo ha aiutato Jos.

In termini di tecnica, ha lavorato molto nell’identificare quale sia la sua posizione migliore per colpire e come passare dai primi due o tre over del gioco di potenza a quella posizione di colpire di potenza nel momento in cui sente di avere il ritmo. . È stato davvero buono.

Tende ad iniziare un po’ lentamente…

Jos ha scoperto che la sua percentuale di colpi durante l’inning sta migliorando sempre di più, quindi sa di non confondersi quando la palla oscilla o si schiaccia, di combattere quei tempi e darsi le migliori possibilità di successo. Se raggiunge il 14° o il 15° posto, è sulla buona strada per segnare cento. La scorsa stagione, il gioco dei Sunrisers è stato un esempio. Aveva circa 35 portate su 35 palloni e ha finito per segnarne un centinaio su 56 consegne, credo. È bravo a capire cosa gli dice di fare il gioco e cosa gli dice di fare il campo. E dando a se stesso la migliore possibilità di portare in profondità i suoi inning e segnare punti per la squadra. Ha abilità incredibili, mani incredibili e un’incredibile velocità di battuta, quindi questo fa il resto del lavoro.

Poi esplode nelle dieci palle successive al punto in cui le palle da dieci a 20 sono uno dei suoi periodi più produttivi. Ha un piano di gioco?

Per lui, dipende dalla sensazione. Se prendi l’apertura di Mumbai – Bumrah ha giocato un ottimo over, Daniel Sams non è così bravo, poi Basil Thampi entra e all’improvviso penso che abbia sentito che era un over in cui poteva davvero abbatterlo. Penso che abbia preso 26 o qualcosa del genere. Quando ha questa sensazione, il modo in cui organizza i suoi piedi in base alla sua posizione di attesa è davvero importante per lui per avere questa massima prestazione.

Inizia in modo normale, ma quando arriva il momento cambia nella sua posizione di pugno potente. Quando c’è un altro periodo difficile, torna indietro. È brillante nella lettura del gioco, sa andare avanti e indietro. Ecco perché ha fatto così bene in questa stagione.

Nessuno dei due tipi di bombetta sembra aver avuto un vantaggio su di lui in questa stagione. Cosa gli ha dato questo vantaggio unico?
È bravo contro gli effetti e il ritmo, cosa che non sempre accade, anche con i big. Ha anche un ottimo repertorio di colpi con cui è a suo agio. Rema, spazza, spazza al contrario. E ha una grande velocità della mano e molta potenza. È un ragazzo molto, molto forte. Puoi vedere anche su un calcio alla schiena come riesce a superare la linea. Quindi, quando hai quei colpi e quella forza nel tuo arsenale e quelle mani veloci, ti dà un’enorme sicurezza.

Quando stavo giocando dovevo tirare un sei, e le spazzate inverse non erano qualcosa che facevo naturalmente. Ho avuto certi modi di segnare. Ma Jos è eccezionale per via della sua serie di gol. È tutto intorno al bancone. Rema, colpisce il suolo e colpisce per una copertura extra. Non c’è una vera debolezza, quando se ne va [for you] per legarlo. L’unica cosa che può influenzarlo un po’ sono i wicket appiccicosi o lenti. Ma poi quando combatte in quei momenti, quegli attributi che ha davvero lo aiutano.

Considera le sue maniche T20 maniche lunghe. Non è un ragazzo che colpisce solo con il gioco di potere. Lo porterà al 12°, 14°, 15°, il che aiuta davvero la squadra a fare bene. Questa disposizione generale del gioco ha reso difficile per i giocatori di bowling legarlo.

Per quanto fosse contro il ritmo, prospera ancora di più contro gli spinner: ha affrontato 103 palle rotanti nel torneo, è stato eliminato solo una volta e ha segnato su 9,9 punti contro di loro, con quasi un quarto delle palle che sta affrontando limiti. Potresti dettagliare la sua tecnica contro gli effetti?

Si tratta di rischio e ricompensa, e lui lo capisce molto bene. Utilizzerà i piedi contro alcuni spinner. Capisce quali spinner deve affrontare, quindi è più che felice di prendere alcuni singoli e dare all’altro ragazzo lo strike. Colpisce molto bene il piede posteriore ora in copertura e molto bene a terra. Nell’apertura di KKR, ha respinto Varun Chakravarthy nello schermo di mira. Mentre si riempiono, colpisce il suolo con il piede anteriore. C’è pochissimo margine in termini di spin a meno che non ci siano molti acquisti in campo. Come giocatore di bocce, quando i tuoi margini scendono c’è molta pressione per essere quasi perfetto, il che ancora una volta può portare a molti errori, e questo è ancora una volta un vantaggio per Jos.

Spinner – con l’eccezione di un Rashid Khan o a [Sunil] Nostril in una certa misura – sono stati in grado di lanciargli delle belle palle, ma non sono stati in grado di legarlo o tirarlo fuori. A volte ci lasciamo trasportare dai limiti, ma il modo in cui ha ruotato lo strike, ridotto al minimo il rischio e abbattuto davvero i giocatori di bowling quando sa di poterlo fare – è una specie di avanti e indietro nella sua mazza che lo ha davvero aiutato contro la rotazione.

È risaputo che una volta aveva scritto “f**k it” sulla parte superiore del manico della sua mazza. Come allenatore di cricket, lo vedi come il tipo di giocatore che lasci da solo a tracciare la propria rotta?
Jos è uno che pensa molto alla sua tecnica e al suo bastone, molto più di quanto mi aspettassi. È sempre pronto ad imparare. Parla dal suo bastone con grande conoscenza e autorità. Ha un modo molto definito di allenarsi e mantenere la posizione del suo corpo. Lavora molto duramente in allenamento.

Il mio lavoro è davvero mostrargli quali sono i risultati e perché succede. E per convincerlo a continuare a fare lo stesso, né più, né meno. Giusto per infilargli quel ritmo nelle maniche e capire che ogni giorno sarà diverso. Questo tempo potrebbe arrivare in momenti diversi. Potrebbero essere le seconde dieci palline o potrebbero essere da 30 a 40 palline. Solo per combattere le partite difficili e darti la migliore possibilità di avere un impatto per la squadra. Ci sono stati momenti in cui ha lottato con un tasso di successo molto medio e ha finito con un tasso di successo di 150 o 160. A volte è più di 200. Il mio lavoro è metterlo a suo agio e dargli la proprietà.

Trovi che, poiché ha una stagione così incandescente, la tendenza degli avversari a dare la priorità agli incontri contro di lui, o a usare diversi bowler mentre è nella piega, abbia effetti a catena sul resto dei tuoi battitori?
Con i nuovi proiettili cercheranno sempre di tirarlo fuori con mezzi fissi, che lui sa. Ci sono gli Yorkers, c’è un cambio di ritmo o due difensori sul lato della gamba per impedirgli di usare la pagaia contro il ritmo. Sa cosa lo aspetta e si sta preparando. Quando colpisci un sei, non ti interessa davvero dove sia la terra. Comunque stai solo cercando di liberare il campo. Ha questa mentalità davvero chiara.

Con molte squadre, se sta facendo bene, dovranno cercare di riportare indietro i loro migliori giocatori di bowling per cercare di tirarlo fuori o per cercare di far uscire qualcun altro. E questo rende il resto dei battitori un po’ più facile, avendo a che fare con i lanciatori che potrebbero manovrare o trovare di loro piacimento o eliminare. Questo ha avuto un effetto positivo sul lato. Gli altri sono stati in grado di colpire in situazioni e posizioni adatte a loro perché Jos era così efficace.

Quale dei suoi round è stato il più importante per te in questa stagione?

In questa partita dell’RCB, ha lottato ed è riuscito a farsi avanti a un certo punto. Per me, rafforza la sua vera forza e gli mostra molto chiaramente che se combatte nei momenti difficili, accelera così velocemente che ci porta in posizioni da cui dovremmo vincere. Questi tipi di corse gli mostrano la sua vera abilità piuttosto che segnare un centinaio al galoppo. Organizza il suo gioco e la sua mentalità a beneficio della squadra quando la pressione è alta. Round come questo sono davvero cruciali.

Ha anche segnato un secolo fantastico contro il KKR, contro un ottimo attacco con Pat Cummins, Sunil Narine, Varun Chakravarthy e Umesh Yadav. Potresti rompere questo capovolgimento per noi?
Conosciamo tutti la sua capacità di contrastare il ritmo: gioca in modo così diretto e il suo impegno nel raggiungere i limiti. Penso che il significato fosse quel calcio di ritorno per sei contro Chakravarthy. Questo ha davvero minacciato i giocatori di bowling del KKR poiché Chakravarthy, di cui avevamo parlato così tanto, è stato cancellato. E poi tutti i battitori hanno iniziato a fare commissioni su di lui, e Jos lo stava guidando. Questo scatto particolare ha dato fiducia non solo a Jos, ma anche a tutti gli altri.

Non è facile raggiungere 100 nel cricket T20. Puoi compiere 50 o 60 anni e sentirti come se avessi fatto il tuo lavoro. Ma Jos non è così. Andrà fino in fondo.

Andrew Fidel Fernando è il corrispondente di ESPNcricinfo in Sri Lanka. @afidel

.

Add Comment