Ismail Darbar ricorda quando KK ha detto che non poteva cantare la canzone di Hum Dil De Chuke Sanam “Tadap Tadap”: “Yeh gana toh main gaa hi nahi sakta”

Ismail Darbar compositore e cantante di musica KKIl viaggio di Bollywood è iniziato quasi nello stesso momento. Il duo ha avuto la sua grande svolta nel film del 1999 di Sanjay Leela Bhansali Hum Dil De Chuke Sanam e in seguito hanno collaborato a Devdas (2002). Il giorno dopo la scomparsa di KK, Darbar ricorda la sua associazione con il defunto cantante, che secondo lui cantava dal suo cuore.

Ismail, che festeggia il suo compleanno il 1 giugno, dice che non sarà mai in grado di far fronte alla morte di KK. Ha condiviso con indianexpress.com: “Non supererò mai la morte di KK. Oggi è un giorno speciale per me perché è il mio compleanno e ho sentito una delle peggiori notizie di sempre che KK non c’è più. Hamesha afsos rahega. Stavo tagliando la mia torta di compleanno e ho ricevuto una chiamata per la scomparsa di KK. L’uomo aveva un cuore d’oro. Mi ha inondato di così tanto amore ed ero totalmente innamorato della sua voce. Quello che ha ottenuto con la sua voce calda, pochissime persone possono fare oggi.

Ismail Darbar e KK erano abbastanza nuovi a Bollywood quando hanno creato “Tadap Tadap” per Hum Dil De Chuke Sanam nel 1999. E la canzone è diventata una delle canzoni più iconiche di tutti i tempi. Parlando di “Tadap Tadap”, Darbar ha detto, “KK era un cantante iconico perché per qualcuno che canta una canzone come “Tadap Tadap”, non doveva essere un grande cantante, ma qualcuno. ‘uno che canta dal cuore , e KK ha cantato dal suo cuore. La canzone aveva bisogno di qualcuno con una voce profonda e piena di sentimento, ecco perché volevo che solo lui la cantasse. KK era un cantante pop, quindi quando gli ho offerto questa canzone, mi ha chiarito che non era sicuro di poterlo fare. Ha detto: ‘Ismail bhai, yeh gana toh main gaa ciao nahi sakta hoon. Non è il mio modo di cantare. Ma ero convinto che KK avrebbe avuto successo. Ho composto la canzone e ho avuto una visione di come doveva suonare, quindi sapevo come volevo che cantasse.

“KK mi credeva, ma sentiva che era sua responsabilità dirmi che sentiva che non sarebbe stato in grado di rendere la canzone piena giustizia. Alla fine della registrazione, non voleva che pensassi che non poteva Sono stato davvero toccato dalla sua onestà, quindi ero disposto a sforzarmi di più se necessario, perché la voce di KK aveva l’anima che ‘Tadap Tadap’ non solo aveva bisogno, ma meritava”, ha aggiunto.

Il meglio di Express Premium
Primo
Lo Sri Lanka prevede di sviluppare il porto di Trincomalee come polo industriale, agita il mondo...Primo
Opinione: La giustizia istantanea è un crimine che non può essere ignoratoPrimo
Opinione: Una ripresa economica modesta e disomogeneaPrimo

Rivelando quanto “Tadap Tadap” avesse le lacrime agli occhi fin dall’inizio, Darbar ha condiviso: “Quando KK ha cantato “Tadap Tadap” per la prima volta, sua moglie era lì. Ha pianto e poi ha detto di no. Non riusciva a credere che KK ha cantato questa canzone anche se l’ha visto cantarla. Questa canzone, sin dal suo concepimento e registrazione, ha portato tutti alle lacrime. Ero piuttosto imbarazzato, ma la canzone aveva così tanta anima e una malinconia ossessionante che ha toccato tutti coloro che l’ho sentito. Quando abbiamo suonato la canzone a Sanjay Leela Bhansali, l’ha ascoltata a ripetizione e ha pianto copiosamente.

Persino Salman Khan non riusciva a smettere di piangere e ha chiesto a Sanjay Leela Bhansali di smettere di eseguire “Tadap Tadap” sui set di Hum Dil De Chuke Sanam. Il compositore ha ricordato: “Sui set cinematografici, quando Sanjay stava suonando quella canzone, Salman si arrabbiava e gli chiedeva di smettere di suonarla. Così un giorno Sanjay gli chiese perché lo stesse facendo, al che Salman disse: ‘Mereko yaar bohot takleef hoti hai jab yeh gaanaa sunta hoon toh.’ Per Salman, questa canzone è ancora inquietante. Usko aaj bhi takleef hoti hai. Quando ascolta la canzone, non può fare a meno di piangere.

Non solo Salman, la canzone ha anche toccato il cuore del pubblico. “Quando il film era pronto e stava girando nelle sale, la gente piangeva così tanto durante gli intervalli. Abbiamo anche visto la stessa risposta nelle proiezioni private a cui hanno partecipato le star del settore. Ero un nuovo cantautore e avevo introdotto un nuovo cantante. Le persone mi fissavano e potevo vedere che i loro occhi erano gonfi per tutto il pianto. Quella risposta non è ancora cambiata. Le persone sono ancora emotive quando ascoltano la canzone. La voce di KK rimarrà per sempre. Era il piano di Dio. che tutti ci incontriamo e collaboriamo a una canzone così iconica. Mehboob ha scritto testi così belli, io ho composto, aisaa KK ne gaa diya e Sanjay Leela Bhansali ne direct kar diya. Tutto è stato pre-pianificato da Dio. La canzone ha cambiato le nostre vite per sempre, disse Darbar.

Parlando delle difficoltà che un nuovo cantante e compositore di musica deve affrontare a Bollywood, Ismail Darbar ha ricordato un incidente inquietante nella sua vita che gli ha fatto mettere in discussione il suo talento. A quel tempo, KK era un pilastro di supporto per il compositore.

Darbar ha condiviso: “Abbiamo entrambi lottato e quando perdi qualcuno con cui hai condiviso il tuo periodo di lotta, è ancora più difficile affrontare la perdita. “Tadap Tadap” non è stato nemmeno originariamente scritto o composto per Him Dil De Chuke Sanam. Era per un altro film sorretto da uno striscione molto grande. Ma il produttore non voleva che KK cantasse la canzone. I creatori volevano che un gruppo di cantanti Qawwali la cantasse. Ho provato, ma non ha funzionato per me. Ero ossessionato dalla voce di KK e dalla sensazione che la sua voce dava alla canzone. Quindi il produttore era piuttosto arrabbiato con me. Non ha preso la canzone e non ha nemmeno pagato me. Ma ho fatto cantare la canzone a KK, quindi ho dovuto pagarlo. Tuttavia, non ha mai chiesto questi soldi. Non avevo i soldi per quello, ma le ho promesso che ogni volta che avrei usato “Tadap Tadap”, le avrei cantato quella canzone. KK non mi credette allora. Anche lui era un po’ arrabbiato con me, quindi ha detto: ‘Aap badhi filmi baatein karte hai, lascia stare, va bene.’ Le sue parole mi hanno colpito. Non ero il direttore musicale commerciale per eccellenza. La musica è tutto per me. È la prima volta humne himmat dikhaai perché sapevamo cosa stavamo facendo. Ma ho fatto una promessa, e tutto ciò che mi ha detto è stato: ‘Ismail bhai aaap kyon itna tension the rahein ho?’ Era solo felice che una canzone che pensava di non poter cantare, l’ha cantata e si è rivelata bellissima. Quella notte, entrambi ci siamo resi conto di quanto ci fidavamo l’uno dell’altro. Fortunatamente, Sanjay Bhansali mi ha chiesto di comporre musica per Hum Dil De Chuke Sanam, e il resto è storia.

Ismail Darbar ha concluso che la voce di KK rimarrà sempre speciale poiché ha toccato il cuore degli ascoltatori. Darbar ha condiviso: “Volevo KK per questa canzone perché ogni cantante ha la sua gamma: bassa, media e ottusa. Cantava molto comodamente lì dentro. Non era necessariamente il miglior cantante che avevamo, ma cantava con il cuore. Non abbiamo cercato un cantante classico o qualcuno che canta bene. Avevamo bisogno di una voce che venisse dal cuore e toccasse il cuore degli ascoltatori, e la sua voce aveva quella qualità. Era così nuovo quando ha cantato quella canzone, e io ero un nuovo direttore musicale. Non è stato facile per me convincere qualcuno che volevo un nuovo ragazzo da cantare, ma questa convinzione che avevo in lui mi ha dato il coraggio di rimanere fedele alle mie convinzioni. Questo cammino, la nostra lotta ci hanno aiutato a rimanere fedeli alle nostre convinzioni e alla nostra arte. Altrimenti, l’industria può trasformarti in un venditore.

.

Add Comment