OnePlus 10R vs OnePlus 9RT vs OnePlus 10 Pro Confronto delle prestazioni: Dimensity 8100 è migliore dei processori Snapdragon 888 e 8 Gen 1?

I chipset MediaTek possono essere trovati su un camion carico di telefoni economici in India. Tuttavia, Qualcomm fa ancora la parte del leone degli smartphone di fascia alta nel paese e il più delle volte troverai un processore Snapdragon all’interno di un flagship o flagship killer. Ad ogni modo, MediaTek ha entusiasmato pubblico e critica allo stesso modo con la piattaforma Dimensity 1200, un SoC di fascia alta che alimentava una sfilza di dispositivi di marchi famosi come Xiaomi e Realme. E, nel 2022, l’azienda sta alzando ulteriormente la posta con il chipset Dimensity 8100. Tanto che OnePlus e Realme hanno già utilizzato il processore nei loro ultimi telefoni incentrati sulle prestazioni, ovvero OnePlus 10R (test) e Realme GT. Neo 3 (test).

Naturalmente, molti acquirenti sono curiosi delle prestazioni del chipset, in particolare, come si comporta il processore rispetto alle piattaforme mobili Snapdragon 888 e Snapdragon 8 Gen 1. Bene, è quello che sono qui per demistificare, quindi, senza ulteriori indugi, prendiamo ad esso.

Punti di riferimento

A partire dai benchmark, il SoC MediaTek Dimensity 8100 ha funzionato bene e il chipset ha prodotto numeri multi-core più alti in GeekBench rispetto sia a OnePlus 9RT (test) che a OnePlus 10 Pro (test). Vale a dire, il dispositivo ottiene 3.767 punti, mentre il 9RT supportato da SD888 ha ottenuto solo 3.157 punti. Per rendere le cose ancora più interessanti, anche la piattaforma Snapdragon 8 Gen 1 di fascia alta di Qualcomm ha prodotto solo 3.387 punti. Ora, tieni presente che i punteggi single-core del SoC Dimensity 8100 sono stati i più bassi del gruppo, con il processore che ha segnato solo 957 punti. La piattaforma Snapdragon 888 di Qualcomm è arrivata seconda con 1.120 punti, con il chipset Snapdragon 8 Gen 1 in testa con 1.249 punti.

Ora, per chi non lo sapesse, il punteggio single-core di GeekBench rappresenta le prestazioni di una CPU per carichi di lavoro a thread singolo come la navigazione sul Web, l’esecuzione di giochi e altro ancora. Si noti che alcune di queste attività possono anche incorporare più thread, tuttavia, per la maggior parte, la CPU raramente ha bisogno di distribuire il carico di lavoro su core diversi. È interessante notare che il punteggio single-core del SoC Dimensity 8100 è alla pari con il OnePlus 9RT supportato da SD888. Pertanto, puoi dedurre che entrambi i chipset sono ugualmente abili nell’affrontare un’attività a thread singolo. Detto questo, le prestazioni multi-core, che misurano l’abilità di un processore su flussi di istruzioni parallele, sono significativamente superiori sulla piattaforma Dimensity 8100.

Per essere chiari, non beneficerete immediatamente dei punteggi multi-core del SoC Dimensity 8100. raramente così intensivo per la CPU come un’utilità di benchmarking. Ad ogni modo, è chiaro che MediaTek ha colmato il divario con le sue controparti Qualcomm in termini di potenza pura.

I miei risultati sono stati ulteriormente supportati nel benchmark Antutu in cui OnePlus 9RT ha fornito 7.99.787 punti, OnePlus 10R ha prodotto 8.07.638 punti e OnePlus 10 Pro ha ottenuto 8.45.333 punti. Dovrei anche sottolineare che tutti e tre i SoC utilizzano memoria LPDDR5 veloce e storage UFS 3.1. Ho eseguito il test di lettura e scrittura del disco multipiattaforma sui telefoni e, ovviamente, il trio ha prodotto eccellenti velocità di lettura e scrittura sequenziale. Puoi fare riferimento all’immagine allegata sopra per ulteriori informazioni, ma per ora diamo un’occhiata più da vicino alle prestazioni del SoC sotto carichi sostenuti.

Stabilità

Inutile dire che più veloce è un processore, più calore è probabile che generi. Se il calore non viene dissipato adeguatamente, ci sono buone probabilità che il processore si acceleri. Il più delle volte, si verificheranno problemi di limitazione durante i giochi sul telefono per lunghi periodi di tempo. Detto questo, ci sono alcune app di test sintetiche che possono anche darti un numero sui punteggi di stabilità della CPU, le principali sono 3DMark e il test di accelerazione della CPU.

Iniziamo con il test di accelerazione della CPU, che, in poche parole, sovraccarica tutti i core di una CPU con un carico di lavoro sostenuto. Qui, il SoC Dimensity 8100 ha prodotto risultati esemplari e il dispositivo è stato limitato solo all’83% delle sue prestazioni di picco. Il chipset SD888, d’altra parte, ha ottenuto buoni punteggi e il SoC è stato ridotto a solo l’82% delle sue prestazioni di picco. È interessante notare che il SoC Dimensity 8100 ha riportato istruzioni di picco e medie al secondo significativamente più elevate rispetto al chipset SD888 e, nonostante ciò, anche il SoC ha rallentato meno. La piattaforma Snapdragon 8 Gen 1, d’altra parte, ha fornito le istruzioni più elevate al secondo, nonostante fosse la più limitata al 70% del suo throughput massimo.

Volta la pagina al test di stress estremo di 3DMark e troverai un risultato simile. Per chi non lo sapesse, l’utilità sollecita la CPU e la GPU di uno smartphone caricando il telefono con venti loop o set di benchmark, fornendo agli utenti un’indicazione delle prestazioni del telefono per un periodo di tempo più lungo. Qui, OnePlus 10 Pro con supporto Snapdragon 8 Gen 1 ha mostrato il miglior punteggio in loop di 2.602 punti. Detto questo, la stabilità delle prestazioni del telefono non è stata nulla di entusiasmante e il SoC ha mantenuto una stabilità del 62,3%. Il OnePlus 9RT con SD888, d’altra parte, ha ottenuto 1.551 punti nella sua serie migliore e ha offerto una stabilità del 63,2%. Infine, il SoC Dimensity 8100 ha ottenuto un punteggio “best loop” di 1.577 punti e, allo stesso tempo, il chipset ha offerto la migliore stabilità delle prestazioni al 98,4%. Basti dire che il SoC Dimensity 8100 non è solo in grado di gestire il carico di lavoro di un utente, ma può anche sostenere le sue massime prestazioni per periodi di tempo più lunghi.

Giochi

Sfortunatamente, le prestazioni di gioco del SoC Dimensity 8100 sono il suo tallone d’Achille. Vale a dire, a differenza dei chipset Snapdragon 888 e 8 Gen 1 di Qualcomm, il SoC Dimensity 8100 non può eseguire giochi Android popolari con impostazioni grafiche e FPS comparabili. Ad esempio, BGMI, che funziona in HDR ed Extreme sia su OnePlus 10 Pro che su OnePlus 9RT, limita solo la grafica HD e le preimpostazioni FPS elevate su OnePlus 10R. Il titolo, infatti, consente anche al 10 Pro e al 9RT di utilizzare il texture pack 4K UHD, che migliora notevolmente la grafica del gioco, lo stesso vale per CoD Mobile, che raggiunge un massimo di grafica molto alta e FPS molto elevati sul 10R. D’altra parte, il gioco funziona perfettamente con la grafica impostata su Very High e l’FPS bloccato su Max su 10 Pro e 9RT.

Vetrino

Allora cosa dà? Bene, da quello che ho potuto capire, il SoC Dimensity 8100 ha un disperato bisogno di alcune ottimizzazioni che aiutino il processore a scalare correttamente le sue prestazioni per i diversi giochi. Lo dico perché il chipset può, infatti, eseguire in modo ammirevole giochi impegnativi. Ad esempio, Genshin Impact, che è uno dei giochi Android più dispendiosi in termini di risorse, e con mia sorpresa, il titolo si comporta bene sulla scacchiera. Infatti, anche con la maggior parte delle impostazioni al massimo (le ombre erano basse e il motion blur disattivato) e il gioco impostato per girare a 60fps, il SoC Dimensity 8100 ha funzionato eccezionalmente bene. Sebbene avessi un FPS medio netto inferiore rispetto ai chipset Snapdragon 888 e 8 Gen 1, il SoC Dimensity 8100 offriva anche meno jitter, il che significa che il gioco balbettava meno, il che era evidente quando ho cambiato personaggio nel pieno dell’azione. L’animazione è apparsa brusca su OnePlus 9RT, anche se meno stridente su 10R e 10 Pro.

Vetrino

Inoltre, a differenza delle offerte di Qualcomm, anche il SoC Dimensity 8100 ha funzionato significativamente più fresco. Tutto sommato, la mia esperienza di gioco è stata alla pari, se non migliore su OnePlus 10R rispetto a OnePlus 9RT. Detto questo, OnePlus 10 Pro è ancora il re della collina e gli acquirenti che cercano di investire in un telefono da gioco di fascia alta troveranno molto da apprezzare nel dispositivo.

Verdetto

Dire che MediaTek uscito nel 2022 sarebbe un eufemismo. In effetti, il SoC Dimensity 8100 è un chipset fantastico che impressionerà gli acquirenti che apprezzano immensamente le prestazioni del proprio smartphone. Per prima cosa, la capacità di elaborazione del processore è alla pari con le offerte di fascia alta di Qualcomm. La ciliegina sulla torta è che i punteggi di stabilità del chipset erano fuori dalle classifiche e l’unità gestisce le temperature relativamente meglio. Detto questo, i giocatori più accaniti staranno ancora meglio con un telefono con supporto SoC Snapdragon, semplicemente perché il chipset può eseguire il rendering dei moderni giochi Android con una migliore grafica e impostazioni FPS. Si spera che MediaTek e i marchi partner risolvano i problemi di gioco del Dimensity 8100, poiché è l’unico cattivo ingranaggio in una macchina altrimenti ben oliata. Fammi sapere nei commenti qui sotto quale chipset ti ha colpito di più e, come sempre, resta incollato al nostro blog per ulteriori confronti.

.

Add Comment