Perdere Robert Lewandowski e mancare Erling Haaland potrebbe rivelarsi disastroso per il Bayern Monaco

L’estate del Bayern Monaco è già iniziata in modo tumultuoso.

il Rekordmeister’La mega star Robert Lewandowski vuole lasciare il club quest’estate e l’unico giocatore disponibile che potrebbe riempirsi adeguatamente le scarpe, l’attaccante del Borussia Dortmund Erling Haaland, ha confermato il trasferimento al Manchester City.

Uscire da questa finestra di mercato senza nessuno dei due giocatori sarebbe un grosso errore e se si sarebbe potuto evitare sarà dibattuto per anni. Come siamo arrivati ​​qui? Chi è in colpa? Daremo un’occhiata.


Sarebbe sempre successo con Lewandowski

Il momento in cui Lewandowski ha licenziato il suo ex agente e ha assunto Pini Zahavi è stato un chiaro indicatore del fatto che a un certo punto sarebbe stata presa una decisione. I giocatori non assumono necessariamente Zahavi per guadagnare qualche soldo in più in un’estensione del contratto, lo mettono sul libro paga per negoziare i trasferimenti… grandi trasferimenti.

L’assunzione di Pini Zahavi da parte di Robert Lewandowski ha inviato un messaggio che alla fine se ne sarebbe andato.
Foto di Marvin Ibo Guengoer – GES Sportfoto/Getty Images

Mentre i dirigenti del Bayern Monaco sono irremovibili sul fatto che Lewandowski rescinderà il suo contratto e rimarrà fino alla fine della stagione 2022/23, possiamo aspettarci che il giocatore e il suo agente rendano questa situazione molto difficile.

Questa Potevo tutto avrebbe potuto essere evitato se l’arcaica regola 30+ del club sugli acquisti dei giocatori si fosse evoluta nel tempo. Compiere 30 anni non è più la campana a morto per una carriera, e non dovrebbero esserci limiti autoimposti che impediscano inutilmente accordi pluriennali per i giocatori chiave solo perché raggiungono una certa età.

Non sto dicendo che il Bayern avrebbe dovuto scrivere a Lewandowski un assegno in bianco per tre anni, ma una certa flessibilità avrebbe potuto aiutare.


Un po’ di arroganza ha portato a questa morte definitiva

Se è vero che il Bayern Monaco non ha offerto un accordo a Lewandowski (ci sono rapporti contrastanti in merito) e ha anche rafforzato il desiderio di tenere trattative contrattuali nei mesi precedenti a questo punto, allora il club deve riesaminare come gestisce i suoi giocatori, in particolare i fuoriclasse.

Abbiamo visto Niklas Süle provare gli stessi sentimenti di mancanza di rispetto e non apprezzamento, oltre a una generale mancanza di comunicazione durante i suoi rapporti contrattuali (che avrebbe anche potuto portarlo a lasciare il club).

VfL Wolfsburg - Bayern Monaco

Chi incolpa molte persone per i problemi di comunicazione durante i negoziati con Robert Lewandowski e Niklas Süle? È comunque giustificato?
Foto di Swen Pförtner/picture alliance via Getty Images

Quello che non ha senso, però, è la differenza tra i casi di Lewandowski, Süle e Serge Gnabry e quelli di Joshua Kimmich, Leon Goretzka, Thomas Müller e Manuel Neuer. Ovviamente, la brutta esperienza che alcuni affermano di avere con il front office non è universale. Allora cosa dà?

Lewandowski e Süle sono ipersensibili? Brazzo non è riuscito a comunicare correttamente? Questi casi facevano tutti parte della strategia del club di lasciare che le situazioni si svolgessero in modo naturale? Forse il Bayern Monaco era pronto a lasciare andare Süle di sua spontanea volontà e il rekordmeister stava solo mungendo il resto dell’accordo di Lewandowski senza un vero piano per estendere un giocatore che entrava nei suoi trent’anni?

O forse il Bayern Monaco ha in programma di fare di tutto per convincere Lewandowski a firmare un prolungamento in questa stagione.

Non conosciamo la strategia del club, ma potrebbe aiutare molte persone a capire esattamente cosa sta succedendo e dove potrebbe andare tutto questo.


Dichiarazioni pubbliche mal interpretate avrebbero potuto far male

Pensa a come hanno funzionato internamente i casi Lewandowski e Süle e ai rancori che si sono accumulati. Ora… pensa anche alle dozzine di smentite e alla mancanza di rispetto nei confronti di Erling Haaland quando era chiaro che il club era almeno interessato – si dice che il Bayern stava facendo la due diligence su un giocatore molto importante che stava per essere disponibile – con una clausola rescissoria conveniente.

Ogni Tom, Dick e Harry nell’organizzazione e tra gli illustri ex alunni del club hanno voluto dichiarare pubblicamente quanto fosse ridicola l’idea per il Bayern Monaco di guardare un giocatore come Haaland quando aveva già Lewandowski al seguito.

Borussia Dortmund - Hertha BSC - Bundesliga

Erling Haaland è stato l’unico potenziale sostituto disponibile per Lewandowski che avrebbe potuto provare a eguagliare la produttività della star polacca.
Foto di Lars Baron/Getty Images

Quando Brazzo e Haaland hanno avuto il loro incontro segreto a Monaco, il danno era fatto: il norvegese avrebbe potuto sentirsi come un Lewandowski “fuori marca” quando si sono svolti colloqui seri. E sì, è chiaro che il Bayern Monaco non poteva commentare pubblicamente o presentare i propri piani al mondo, ma non c’era nemmeno motivo di rischiare di disabilitare Haaland nel processo. Sarebbe bastato un semplice “Non parliamo di giocatori sotto contratto con altri club”.

È probabile che l’offerta finanziaria del Manchester City fosse comunque schiacciante, ma se il Bayern Monaco avesse saputo che avrebbe perso Lewandowski o avesse anche avuto la minima idea che Potevo accadrà: non fare di più per perseguire Haaland sarà visto come un enorme errore.

Ovviamente il club era in una situazione delicata. Nonostante tutti i grandi tratti di Lewandowski (ce ne sono molti), è un po’ sensibile e insicuro riguardo a certe cose, una di queste è la sua carriera. Il Bayern Monaco voleva assolutamente evitare di alienarsi il suo fuoriclasse, ma alla fine è successo lo stesso, anche se alcune persone stanno cercando di andare oltre per negare che il club fosse interessato ad Haaland.

Potrebbe essere stata una situazione senza successo, ma di certo non è stata gestita con aplomb.


Allacciate le cinture… potrebbe essere una strada dissestata

Come qualcuno che spesso cade più dalla parte della positività che dalla squadra della negatività da queste parti, è difficile da sopportare. Non c’è nessun sostituto di Lewandowski.

Non internamente.

Non fuori.

A un certo punto, Joshua Zirkzee e Fiete Arp sarebbero stati considerati come contendenti per accettare il lavoro, ma non sono nemmeno lontanamente vicini al livello di Lewandowski, né potrebbero essere costantemente la minaccia alla concorrenza di alto livello che Lewandowski è sempre stato.

Gabriel Vidovic? Certo, sembra che a un certo punto potrebbe essere un giocatore, ma non può essere Lewandowski – o una qualsiasi parvenza di Lewandowski – tanto presto.

Quindi… il Bayern Monaco può coprire questa perdita in commissione? No. Anche se potrebbe sembrare che il talento generale del roster possa essere massimizzato da ogni giocatore che assume un ruolo più grande e più produttivo, ci sono molti problemi con questa linea di pensiero.

VfL Wolfsburg - FC Bayern München - Bundesliga

Non ci sono altri uomini come Robert Lewandowski… solo Lewy.
Foto di Marvin Ibo Guengoer – GES Sportfoto/Getty Images

Serge Gnabry è nel bel mezzo delle sue controverse trattative contrattuali. Leroy Sane non è la minaccia costante che dovrebbe essere a questo punto. Mentre è il cuore della squadra, Thomas Müller si sta dirigendo verso il tramonto della sua carriera. Kingsley Coman è estremamente talentuoso, ma anche molto fragile.

Jamal Musiala? Certo, il giovane può aiutare, ma non è nemmeno pronto ad assumersi il tipo di fardello che Lewandowski si è assunto di stagione in stagione.

Quello che sappiamo è che il Bayern Monaco sta esplorando le opzioni. Alcuni buoni, altri cattivi… e tutti dubbiosi su come avrebbero reagito alle luci brillanti dell’Allianz Arena settimana dopo settimana.

Segnare tanto quanto Lewandowski non è facile; forse il club ricorderà questa lezione per i futuri rapporti con giocatori importanti. Che sia necessario un sostituto per la prossima stagione o nel 2023/24, il dolore di riempire gli stivali di Lewandowski si farà sentire… e in grande stile.


Cerchi ANCORA PIÙ discussioni sulla questione di Lewandowski? Allora perché non dai un’occhiata al nostro podcast? Ci immergiamo in profondità nello scarso processo decisionale del consiglio negli ultimi anni, come potrebbe aver contribuito all’uscita di Lewy e possibili soluzioni all’intero pasticcio. Ascolta sotto o su questo link.

Come sempre, apprezziamo tutto il supporto!

Add Comment